NOI CIRCOLONE

La certificazione della nostra nascita in Legnano è in una Tessera Soci datata 1904, con intestazione Circolo Fratellanza e Pace di Via San Bernardino. La trasformazione in Cooperativa probabilmente è datata qualche anno dopo 1922. Non ci sono dati o racconti negli anni del periodo fascista, ne degli anni ‘50 o ‘60.
Dobbiamo arrivare al 1974, il Circolo è chiuso, conseguente una gestione giovanile, che definiamo anarchico/folcloristica figlia, del fantasioso ‘68.
Il conto corrente è in rosso per 30000 lire, più altri debiti. Piero Meroni Presidente di un altro circolo legnanese, il Roncalli, si interessa al Fratellanza e Pace perchè la cooperativa è proprietaria dell’immobile. Con altri 28 cooperatori diventa Socio del Fratellanza e Pace e con gli amici Della Foglia, Luraschi e Masetti usando parte delle loro liquidazioni e risparmi domestici pagano i debiti del Roncalli, riattivano il conto del Circolone e avviano la chiusura del Roncalli. Quindi avviano la risistemazione dei locali del Circolone coinvolgendo anche i militanti di una sezione del P.C.I legnanese “Martiri del Ponte”, l’idea è di Meroni che pensa ai tanti lavori da farsi e ad adesioni utili per innestare una robusta aggregazione di nuovi soci. Una cantina di vino anticipa un camion di prodotto e bevande che si pagherà negli anni. Ed il Circolone anni ‘70 si avvia.
Tre o quattro anni dopo ( 1978/‘79) alcuni giovani tra cui gli ultimi esponenti di un gruppo musicale legnanese “I Numantini” sollecitati da Meroni, Nico Conte e Arno Covini decidono di frequentare e utilizzare culturalmente gli spazi del Circolo.

Nel 1985 otteniamo licenza di pubblico spettacolo, le proposte musicali e culturali si intensificano, per una decina d’anni fino al 1994 il Circolone diventa luogo di iniziative culturali e spettacoli vari: rassegne di Cabaret quello che negli anni ‘80 porta alla ribalta Paolo Rossi, Bisio e tutti quelli di Zelig, concerti musicali, teatro sperimentale, corsi di varia natura, cinema, incontri letterari,come non ricordare ancora sconosciuti 2 concerti di Elio e le storie Tese e serate con la Littizzetto e Antonio Albanese. Nel 1994 il CdA della Cooperativa decide di sperimentare un’iniziativa esterna al Circolo, in città, e organizza il primo mercato di prodotti Bio ancora oggi attivo con oltre 150 edizioni in Legnano: “Festamercato Tuttonatura” un mercato di produttori, agricoltori, animato da Associazioni, ristorante all’aperto, piccoli spettacoli e concertini itineranti.
Tuttonatura è una novità, viene richiesto da altri comuni e quindi comincia un’attività organizzativa e commerciale esterna al Circolo che va a creare nel giro di un paio d’anni la costituzione di un’Agenzia eventi e spettacoli con due persone assunte, nasce CircoloSpettacoli.
L’Agenzia costruisce un catalogo di offerta culturale e di spettacolo per Amministrazioni Comunali, Biblioteche e Aziende.

  • Anno 1997 prende l’avvio di una stagione concerti al Circolone dedicata ai giovani e giovanissimi, non più appuntamenti occasionali ma una vera stagione musicale organizzata come una stagione teatrale: 9mesi di programmazione da Settembre a Maggio, 36-40 concerti nel salone del Circolo, biglietto d’ingresso e abbonamenti. Si dà spazio ai gruppi rock, punk e ska della scena milanese e nazionale, ancora sconosciuti suonano: Negramaro, Finley, Vibrazioni, Persiana Jones, Pornoriviste, Tre allegri ragazzi morti, Punckreas, Derozer …e tanti altri
  • Anno 2000 si acquisisce la direzione Artistica e organizzativa del Polo Culturale del Castanese, 10 Comuni un cartellone di 20 spettacoli l’anno.

Prende corpo un modello d’impresa nuovo per il Circolo.
Si consolida sempre più una strategia economica decisamente nuova, quella di sviluppare ed affiancare alle attività tradizionali di somministrazione altre attività, non solo interne al Circolo ma esterne per andare a formare un mix economico capace di sostenere la cooperativa e creare opportunità e posti di lavoro.

Nel maggio del 2003 dopo un cambio di statuto la Cooperativa diventa Circolo Cooperativa Sociale di tipo A: socio – educativa.

  • Anno 2004 vinciamo un bando di gara per la gestione dell’Auditoriun Paccagnini di Castano primo, l’incarico che prevede la direzione artistica della stagione spettacoli, durerà sino al 2012., un’esperienza di grande soddisfazione con artisti di livello nazionale ed internazionale.
  • Anno 2005 a Gennaio viene a farci visita l’Emerito Presidente Oscar Luigi Scalfaro. Dopo un discorso di commemorazione per i deportati della Franco Tosi. I Sindacati volendo creare un momento conviviale col Presidente invitano Scalfaro al Circolone, ed in un affollato incontro si brinda tutti con il vino che Scalfaro il giorno prima ci fa sapere vuole rosso.
  • Anno 2007 la Cooperativa riacquisisce le licenze di somministrazione da anni date in affitto e si struttura con 8 operatori contrattualizzati più il lavoro volontario dei Consiglieri d’Amministrazione, le attività in sintesi : Gestione Bar, Ristorante per pranzi lavoro, Agenzia Spettacoli, Gestione Auditorium Paccagnini.
  • Anno 2009 la Cooperativa vince l’appalto per la gestione di un Chiosco nel parco Altomilanese, è una gestione stagionale ancora oggi in vigore che va ad aggiungersi a tutte le altre attività.
  • Anno 2010  il CdA constatata una accettabile sostenibilità economica della Cooperativa avvia una riqualificazione complessiva degli ambienti, di alcuni impianti e dello stabile. Si riacquistano alcuni locali ceduti dieci anni prima alla Coop Avanti di Legnano per finanziare l’avvio dell’Agenzia Spettacoli, si crea uno spazio Ristorante con bottega, si installa un impianto fotovoltaico sul tetto, fra i primi Circoli Cooperativi, condividendo le nuove ambizioni ambientaliste. Un investimento da oltre 200.000 euro.
  • Anno 2014 inizia una collaborazione innovativa e molto appassionata con Villa Arconati in Castellazzo di Bollate. I Proprietari avviano una stagione di recupero architettonico e proposta culturale, ancora oggi attiva e accettano un nostro progetto per un evento Gastronomico-Alimentare,con il coinvolgimento di: espositori, gastronomi, chef, scrittori, enologhi, barman,artisti, musicisti, rarità alimentari e tanti appassionati di Cibo e alimentazione. Il successo della prima edizione di “ Delizie in Villa”con oltre 3000 visitatori convince la Proprietà a rinnovarci per 4 anni la realizzazione degli eventi, 8 in totale. Oltre ad affidarci per 3 stagioni l’apertura di una caffetteria per le visite domenicali, nasce così nel 2015 Barocco caffetteria a Villa Arconati. Poi a malincuore le vicende di crisi che colpiscono la Cooperativa consigliano di non insistere in gestioni dove l’investimento di risorse ci espone a rischi non sopportabili.
  • Anno 2016 ad Ottobre arriva un’Ordinanza comunale che obbliga il Circolone a fare Concerti e le attività sul palco sino e non oltre le ore 18,00. Praticamente vieta tutte le iniziative di spettacolo, i giornali titolano ”…messo il Bavaglio al Circolone”. Inizia una brutta stagione che coinvolge pesantemente le persone e gli aspetti economici della cooperativa, crollano gli incassi. Inizialmente si pensa che realizzati alcuni ulteriori interventi di contenimento del rumore la vicenda venga risolta, in realtà inizia un tormentato ed irresponsabile palleggiamento burocratico che viene risolto solo 28 mesi dopo, con una distruzione di pubblico, incassi e rapporti col personale della Cooperativa. Da 13 dipendenti si passa a soli 3 collaboratori confermati. Nella primavera del 2018 si avvia un forte ripensamento delle attività e del come riorganizzare la Cooperativa nel suo insieme, dopo aver dato fondo alle poche risorse accantonate.

Quindi in sintesi alcuni progetti meritevoli di segnalazione: 

  • “Container” incontri con scrittori, libri e personaggi
  • “Friday on my mind “ 4 stagioni 100 concerti di musica Indi sul palco del Circolone
  • “ l’Americana” 3 stagioni di musica Rock blues e Folk
  • “ Delizie in Villa Arconati” dal 2014, 8 edizioni caratterizzate dal cibo e il mondo alimentare
  • “ Il Teatro di Bovisio Masciago” 5 stagioni di direzione artistica,
    e nel 2018 “ Parole da Gustare” l’inizio di una collaborazione con Villa Litta di Lainate.